(ERP Enterprise Resource Planning, letteralmente “pianificazione delle risorse d’impresa”)

L’evoluzione verso l’industria 4.0 o la fabbrica 4.0 consiste nell’integrare nuove tecnologie produttive, per migliorare le condizioni di lavoro ed aumentare produttività e qualità.

A sua volta basata sui concetti di “ Smart Factory ”

Smart production

  • Tecnologie produttive che creano collaborazione fra gli elementi caratterizzanti la produzione, ovvero interscambio di informazioni fra macchinari ed impianti, in senso esteso, quindi non solo macchine del reparto di produzione ma anche magazzini automatici di alimentazione delle linee di produzione o di stoccaggio dei prodotti finiti e di qualsiasi altro apparato faccia parte del workflow di creazione del valore.
  • Questo concetto è variabile, determinato dall’attività svolta e non strettamente collegato con attività industriali.
  • Si pensi per esempio ad attività commerciali, di e-commerce, a grossisti nel settore farmaceutico, a servizi di logistica o, a qualsiasi altra attività basata sull’approntamento e spedizione di prodotti, in questi settori l’introduzione di magazzini automatici “pilotati” dal sistema gestionale rientra nel concetto di Industria 4.0.

Smart services

  • Le “infrastrutture informatiche” e tecnologiche che costituiscono integrazione fra i sistemi, nonché metodologie che permettono la gestione collaborativa di processi, integrando l’azienda con clienti, fornitori, forze vendita, terzisti, società esterne di manutenzione ecc.

Smart energy

  • Gestione dei consumi energetici, creando sistemi più performanti nell’ottica della riduzione degli sprechi di energia.

I sistemi ciberfisici

  • Alla base dell’industria 4.0, i sistemi ciberfisici(CPS).
  • Plc, Fpga System-on-Chip
  • Sistemi fisici strettamente connessi con i sistemi informatici e che interagiscano e collaborino fra loro.
Fig. 1 – ERP nella fabbrica 4.0
Fig. 1 – ERP nell’industria 4.0

Le tecnologie abilitanti nell’industria 4.0

Le tecnologie abilitanti o KET (dall’inglese Key Enabling Technologies) consistono nello sviluppo di soluzioni o miglioramenti tecnologici capaci di rivitalizzare il sistema produttivo.

Fig. 2 – ERP nell'industria 4.0
Fig. 2 – ERP nell’industria 4.0

  • Robotica collaborativa: sistemi avanzati di produzione, sistemi interconnessi e modulari che permettono flessibilità e performance. In queste tecnologie rientrano i sistemi automatici di movimentazione dei materiali e la robotica avanzata, con i robot collaborativi o “cobot”.
  • Realtà aumentata: (o realtà strumentalmente mediata in inglese “augmented reality”), si intende l’arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente; informazioni  che non sarebbero altrimenti percepibili.
  • Fabbrica digitale: integrazione e scambio di informazioni tra tutti gli attori del processo produttivo.
  • Controlli e supervisione avanzati del processo produttivo: metodologie di controllo dell’andamento della produzione basate sull’interconnessione degli impianti con il sistema informatico, anche ai fini della manutenzione predittiva.
  • Interscambio di dati: comunicazione tra elementi della produzione, non solo all’interno dell’azienda, ma anche all’esterno.
  • Cyber Security: l’aumento delle interconnessioni interne ed esterne introducono alla tematica della sicurezza delle informazioni e dei sistemi.

IN SINTESI:

Interscambio di informazioni e gestione collaborativa dei processi.

 

Fig. 3 – ERP nella fabbrica 4.0
Fig. 3 – ERP nella fabbrica 4.0

Cosa cambia in un moderno ERP (Extended ERP)

Ovviamente tutto dipende dal punto di partenza a sua volta determinato sia dalla tipologia di attività che dai processi ritenuti strategici.

Facendo un’analisi dei Vostri sistemi scoprirete che la maggior parte dei processi o almeno tutti quelli strategici saranno già gestiti dall’ERP.

In qualche caso già consistono in una gestione collaborativa cioè basata su un colloquio diretto con gli apparati.

In altri casi, i dati alla base della gestione di un processo prevedono altre forme di rilevazione, per esempio moduli cartacei e successivo data entry, rilevazione tramite barcode ecc.

Quindi la grande evoluzione riguarderà più le macchine e gli impianti che dovranno colloquiare fra loro e con il sistema informativo, ricevendo ordini, eseguendoli, comunicandone l’avanzamento e comunicando informazioni sul loro “stato di salute” per pianificare la produzione e predisporre l’opportuna manutenzione.

Nei sistemi ERP moderni ed avanzati, che già integrino e governino tutti i processi aziendali, gli unici cambiamenti riguarderanno la forma di interscambio delle informazioni:  Dal momento in cui un impianto sarà in grado di ricevere e trasmettere informazioni, sarà relativamente semplice utilizzarle per corredare processi già gestiti dal sistema informativo, anche se precedentemente tramite altre forme di recepimento.