(ERP Enterprise Resource Planning, letteralmente “pianificazione delle risorse d’impresa”)

La distinzione fra un sistema gestionale ed un ERP riguarda soprattutto il livello di aggregazione ed interazione fra tutti i processi aziendali e, conseguentemente, la capacità di analizzare tutte le situazioni e proporre azioni e soluzioni in tempo reale, anche tramite l’invio di messaggi di warning, controllando i flussi e fornendo report di sintesi, indispensabili per le scelte strategiche aziendali.

Si potrebbe sintetizzare affermando che un sistema gestionale permette di gestire l’azienda, un ERP di condurla.

Fig.1-Che differenza c'è tra un sistema gestionale e un ERP
Fig. 1 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP

Un caso specifico: Un’azienda di produzione che grazie all’ERP è riuscita a raddoppiare la propria capacità produttiva a parità di risorse (stessi uomini, macchine e turni di lavoro).

Questa azienda utilizzava un sistema gestionale costituito da software provenienti da diversi fornitori, la contabilità della società X, la gestione del magazzino e della produzione della società Y; software di altri fornitori per la logistica tramite barcode e terminali portatili, nonché per la gestione di magazzini automatici tipo Kardex o Modula, altri ancora per la manutenzione di fabbrica, il CRM ed il controllo qualità.

Il classico “fritto misto” che si incontra in tante società e che può costituire un “sistema informativo” ma non un “ERP”

Con l’introduzione di un ERP hanno consolidato la gestione di tutti i loro processi, concentrandoli in un unico sistema.

  • Collegando i dati di produzione con la manutenzione di fabbrica (macchine e stampi) la manutenzione preventiva e cioè tutti gli interventi che “scattano”, dopo aver prodotto un certo numero di pezzi, sono diventati “predittivi”;  vengono effettuati anticipatamente rispetto all’inizio di un ordine di lavoro e non causano interruzioni durante la produzione.
Fig. 2-Che differenza c'è tra un sistema gestionale e un ERP
Fig. 2 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP
  • Fornendo con l’ordine di lavorazione un rotolo di etichette, una per ogni scatola di articoli da produrre, hanno evitato la produzione di pezzi in surplus (finite le etichette, finita la produzione) e le stesse etichette, tramite barcode permettono di rilevare l’andamento della produzione, scatola per scatola che nel loro caso avviene ogni 10, 15 minuti; Hanno integrato la produzione e la logistica. 

                

Fig. 3 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP

  • Dichiarando all’inizio e durante la produzione i materiali impiegati (tramite barcode) non solo hanno risolto il tema della “rintracciabilità”, ma ancora più importante, hanno instaurato un controllo immediato dei materiali impiegati; immaginate cosa possa causare l’impiego di un colorante diverso da quello previsto, con macchinari che producono decine di migliaia di pezzi all’ora e commesse di milioni di pezzi.
Fig. 4-Che differenza c'è tra un sistema gestionale e un ERP
Fig. 4 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP
  • Gli addetti al controllo qualità  devono dare il loro OK dopo aver prodotto i primi pezzi e prima che parta la produzione di massa; inoltre per commesse di grandi quantitativi, devono ripetere il controllo ogni lotto di pezzi prodotti; tutto questo grazie all’integrazione del controllo qualità con la gestione della produzione ed impiegando apparati portatili.

    Fig. 5-Che differenza c'è tra un sistema gestionale e un ERP
    Fig. 5 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP

 

  • Dulcis in fundo, (letteralmente il dolce arriva alla fine del pranzo) il caporeparto riceve un messaggio quando una macchina è in ritardo rispetto ai quantitativi che dovrebbe produrre, sulla base dei tempi di lavorazione ed interviene, scoprendo e risolvendo contestualmente la causa del ritardo, spesso costituita da un problema su un’altra macchina che tiene occupato l’operatore.
Fig. 6-Che differenza c'è tra un sistema gestionale e un ERP
Fig. 6 – Che differenza c’è tra un sistema gestionale e un ERP

Una delle principali richieste dell’azienda riguardava il mantenimento delle modalità di gestione dei processi esistenti che consideravano alla base del loro successo.

Questo rientra in un principio base di qualsiasi sistema, sia gestionale che ERP: “Non è l’azienda che deve adattarsi ad un sistema informativo ma l’esatto contrario”; durante l’analisi dei processi e l’implementazione del sistema possono essere portate migliorie ma non stravolte le modalità operative che rappresentano, a prescindere, le proprie best practice.

E’ quindi di fondamentale importanza definire le proprie esigenze e stabilire se queste possano rientrare in quanto offerto da un ERP standard e fino a che livello questo sia adattabile,  o se sia più conveniente ed economicamente vantaggioso commissionare la realizzazione di un prodotto custom.

Che differenza c’è tra un  ERP “Custom made” e un ERP Customizzato?

Un ERP “Custom made” è progettato e realizzato su misura ed in base alle esigenze del cliente e delle funzioni specifiche che è destinato ad assolvere.

Un ERP “Customizzato”, dal termine di origine inglese (customization), si traduce in operazioni di personalizzazione ed intende la configurazione di un certo prodotto software alle modalità d’uso richieste dal cliente; I limiti di queste soluzioni sono costituite dal livello di personalizzazione che contiene il prodotto standard ed in ogni caso la personalizzazione non potrà superare i limiti imposti dalla base del prodotto.